cinema: il figlio minore…..

Dalla trasferta con amore…..Cuore rosso, ma quanto sono romantica stanotte…. mamma mia. guardo l’orologio…. 1:23 del mattino….. è già sono stata in pizzeria con Virgi e Gianluca a vedere Inter- Sampdoria…. 0-0 davanti ad una strepitosa pizza fumante….e poi al cinema a vedere il film: Il figlio più piccolo……con Christian De Sica. E’ stato un film strano… ci sono rimasta un pò male… nn pensavo che un padre arrivasse a tanto nei confronti di un figlio che nn ha mai visto….. mah….. a volte un pò monotono, altre volte meno…. un 6 lo meta, ma se nn fosse stato per i personaggi illustri che vi hanno partecipato nn sò se sarebbe stato ugualmente seguito dal pubblico… Di seguito posto la scheda da COMING SOON.IT del film…..


l figlio più piccolo, la recensione del film di Pupi Avati

Dopo gli affreschi storici malinconici ed affettuosi de Il papà di Giovanna e Gli amici del bar Margherita, Pupi Avati torna a raccontare l’Italia di oggi con Il figlio più piccolo,
storia dell’imprenditore Luciano Baietti, "squalo" che molto poco esita
quando si tratta di abbandonare moglie e figli per fuggire dagli
imbrogli finanziari che ha architettato, ed ancor meno esita sedici
anni dopo a richiamare il figlio minore, l’ingenuo Baldo, quando si
tratta di coinvolgerlo in un giro di passaggi di proprietà necessario
ad evitargli la galera.

Lo spunto di partenza di questa nuova pellicola del cineasta
bolognese si presenta come decisamente più interessante e
potenzialmente corrosiva rispetto ai suoi soliti lavori; lo sguardo che
Avati punta contro il malcostume e l’arrivismo amorale dell’odierna
classe dirigente italiana è, a detta dello stesso regista, decisamente
meno conciliatorio che in passato. Questa volontà di cosiddetta
"denuncia" è inserita dentro un contesto narrativo volto ad accentuare
il lato comico di personaggi e situazioni, filtrando la critica
attraverso la lente deformante della commedia di costume. Il risultato
è un ibrido abbastanza interessante, che stuzzica la curiosità dello
spettatore ne trattiene l’attenzione dentro la storia con una serie di
trovate interessanti, come ad esempio quella di dotare ognuna delle
figure messe in scena di un tratto distintivo vagamente assurdo, che va
dai sandali indossati dal braccio destro di Baietti, Bollino (un
efficace Luca Zingaretti) ai buffi occhiali indossati da molti dei personaggi.

Se dunque lo spunto de Il figlio più piccolo
si presenta come decisamente più sfizioso, oseremmo dire intrigante,
c’è però anche da sottolineare come l’idea di messa in scena di Pupi Avati,
sempre composta, a tratti calligrafica, non doti il film della
necessaria spinta per farne un’opera sinceramente indagatoria e
corrosiva. Ormai questo cineasta si è assestato su degli standard
estetici alla fine accettabili, è innegabile, ma costantemente privi di
guizzi che possano rendere il suo lavoro totalmente degno di nota. Ne Il figlio più piccolo
si nota una certa coerenza nel muovere la macchina da presa, che sta
più addosso ai volti ed ai corpi degli attori per accentuarne la
componente nevrotica, specchio dei nostri tempi. Il cinema di Avati
anche in questo caso rimane eccessivamente trattenuto, mansueto, e sia
a livello narrativo che più propriamente cinematografico non azzarda
delle soluzioni capaci di dare al suo lavoro una sua peculiarità.

Passando al cast, come al solito il regista si dimostra capace di
tirare fuori anche dai caratteristi più consumati interpretazioni
sommesse e veritiere. E’ il caso del già citato di Zingaretti, di una Laura Morante meno istrionica del solito e soprattutto di Christian De Sica,
contenuto e meritevole nel ruolo di Baietti. Anche se, a dire il vero,
parlare di "rinascita" drammatica per questo attore appare eccessivo, o
meglio fuorviante: il ruolo è sempre quello del romano guascone e
traffichino ma tutto sommato amabile, "tipo fisso" che De Sica ha
riproposto e perfezionato nelle sue innumerevoli apparizioni natalizie.
Pupi Avati è semplicemente stato molto intelligente (furbo?) a
farglielo riproporre in un contesto ed in un tono meno ridanciani.

Vi dò la Buonanotte perchè Chicco ha sonno!!!!!( mah…. speriamo che si riposi un poco… che domani a pranzo preparerò una cosa buonissima!!!!!!!) un baciotto a tutti…….. Labbra rosse
Ps: speriamo che domani ci sia il sole che vorrei andare a passeggiare in spiaggia!!!!!!!!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...